IMG_0172[1]

Cleulis – Raut – Ramazzaso

Cleulis – Raut – Ramazzaso

 

Partenza: Cleulis

Tempo di percorrenza: 40 minuti circa

Sentiero CAI 161

Punto di partenza di questo itinerario è la Chiesa di san Osvaldo, situata nel cuore del borgo di Cleulis. Giunti al parcheggio sottostante la chiesa, raggiungerla, quindi incamminarsi lungo via sant’Osvaldo, lasciando la chiesa sulla destra. Al primo incrocio, svoltare a sinistra e proseguire seguendo la via asfaltata verso località Raut. Appena giunti nella località, caratterizzata da begli stavoli recentemente ristrutturati, lasciando la strada asfaltata, imboccherete un sentiero sulla sinistra seguendo l’indicazione ben visibile per Ramazzaso, dai Cleuliani chiamata la strada par Lavacoz. Il percorso prosegue e dalla faggeta si passa, ma man che si prosegue, a un bosco a carattere misto (faggi, noccioli, tigli selvatici, querce, ontani…). La zona è ricca di acque e vi sono diverse sorgenti e ruscelli, quali il Riu Aracli e poi le sorgenti della località Fontanuces e infine il Riu di Valacoz. Qui il bosco si apre, lasciando spazio ad un’ampia radura e ai casolari e alla maina di Coico, completamente ristrutturati di Ramazzaso. Fino a non molti decenni fa, qui terminava il percorso della seconda rogazione. Il percorso è ricco di erbe aromatiche e commestibili come la acetosella maggiore. Chi volesse proseguire può farlo, seguendo il percorso che si sviluppa su un fondo lastricato con una staccionata di protezione che, poi, lascia il posto a muri laterali a secco; si incontrano diversi fienili ristrutturati e baite e tutta l’area è ben curata. Questo percorso si sovrappone per un buon tratto al sentiero CAI 161 che da Cercivento porta al passo di Monte Croce Carnico (colori rosso e bianco). Alla fine del sentiero si trova ben indicata la via che porta all’agriturismo Bosco di Museis, strada agevole e percorribile senza difficoltà da tutti. Proseguendo si giunge in località Enfretors. Nell’ultimo tratto si può scorgere sul colle di san Daniele, la Torate, antica torre di vedetta. Si sbuca sulla SS52bis che porta in Austria.

2016 © | Cleulis.org - Sito web realizzato da Netcraft Studio