Cartolina Cleulis

Il Territorio di Cleulis

Il Territorio di Cleulis

Cleulis da Masaradas

Cleulis, incastonato nell’abbraccio del Bosco Bandito, alle falde del monte Zoufplan, sorge su una antica frana ormai quasi completamente nascosta dalla vegetazione.

In faccia al paese, sull’altro versante della valle, sconcerta la visione dell’erosione causata del Rio Moscardo (il Rivat), un fenomeno ancora attivo nei momenti di maggior piovosità e che ha dato vita alla leggenda (cantata anche nell’ode “In Carnia” del Carducci) di Silverio, anima dannata che, per la legge del contrappasso, è stata condannata a distruggere la montagna per cui ha giurato il falso dicendo che fosse sua.

la muse

Costeggiando l’antico lavatoio con l’abbeveratoio e l’edificio dell’antica latteria, ora sede di una mostra permanente, si percorre il Pecol, suggestivo sentiero che si snoda tra campi e orti e che, più avanti, diviene acciottolato, per sbucare dopo breve percorso, in borgo Laipacco, nei pressi della cappella appena restaurata.

Prendendo a destra e continuando lungo l’acciottolato si giunge al ponte di Cleulis (Cuel dal Puint) sbucando sotto il crocifisso datato 1947 e posto a ricordo e pacificazione dopo l’eccidio di malga Promosio (Pramosio).

Di qui, prendendo a destra e oltrepassando il ponte sul Bût, si giunge al bar Pakai, da dove imboccando via Martiri di Promosio, e procedendo attraverso una strada percorribile sia a piedi che in auto, è possibile raggiungere uno dei luoghi più conosciuti del Comune di Paluzza: malga Promosio (Pramosio). Luogo affascinante, punto di partenza per numerose escursioni in Carnia. Suggestivo il laghetto glaciale su cui si affaccia la palestra di roccia Avostanis.

Ammira incantato le nostre valli e montagne, la natura ancora incontaminata.

 

stradario

 

Ascolta quel che si può definire l’inno del nostro paese, l’addio a Cleulis dell’emigrante scritto e musicato da Ferdinando Primus, che viene riproposto sempre alla fine della santa Messa di san Osvaldo Re.

Scarica il testo: L’adio al paîs dal emigrant Clevolan

 

 

 

 

2016 © | Cleulis.org - Sito web realizzato da Netcraft Studio